09 gennaio, 2006

Quali caratteristiche e qualità dovrebbe avere un musicoterapeuta?

Le persone che intraprendono la carriera del musicoterapeuta di solito sono musicisti che hanno un forte desiderio di usare il loro amore per la musica e le loro competenze per aiutare gli altri. Tra coloro che fanno musicoterapia ci sono anche molti professionisti che arrivano dal mondo clinico (medici, psicologi, psicoterapeuti), dal mondo educativo, (insegnanti, educatori, pedagogisti, psicopedagogisti), dal mondo legato alle problematiche sociali (operatori di comunità, assistenti sociali, animatori). Come si può dedurre c’è una bella e ricca diversità nelle provenienze di tutte queste persone. A prescindere dal mondo formativo e professionale da cui si arriva alla musicoterapia, possiamo dire che chi fa questo mestiere dovrebbe, almeno in teoria, possedere alcune caratteristiche legate al mondo delle competenze (sape fare) e al mondo delle predisposizioni (saper essere).
• Avere confidenza con gli elementi musicali è una qualità essenziale. L’essere musicoterapeuta richiede una conoscenza approfondita del potere della musica e l’abilità di raggiungere gli altri cantando, improvvisando, componendo e suonando uno o più strumenti. Gli studenti di musicoterapia possono essere padroni di qualsiasi mezzo esecutivo tuttavia gran parte dello studio e della formazione dovrebbe essere dedicato all’implementazione delle competenze esecutive, improvvisative e creative su pianoforte, chitarra e voce poichè questi strumenti sono quelli più usati nelle situazioni cliniche.
• I musicoterapeuti inoltre devono possedere un ampio bagaglio di conoscenze e abilità musicali generali. Non è raro che venga loro richiesto di conoscere o saper suonare pezzi di musica classica, popolare, rock, jazz, ballabile ecc.
• Un'altra competenza che viene richiesta a chi decide di intraprendere questa carriera è quella di essere in grado di accompagnarsi con uno strumento armonico mentre si canta.
• Devono avere un minimo di dimestichezza con i processi compositivi di base per creare canzoni e arrangiamenti adatti all'utenza.
• Ultima ma non minore è la capacità richiesta a chi fa questo mestiere, di saper improvvisare con il proprio strumento cogliendo come “temi musicali” suoni, gesti, espressioni che l'utente agisce durante l’incontro di musicoterapia.

Le caratteristiche legate alla sfera personale sono riassumibili nei tre punti che seguono:
• Il musicoterapeuta efficace è una persona in buona salute fisica e psichica e ha la motivazione, la perseveranza e la maturità necessarie per lavorare in modo terapeutico con persone con caratteristiche eccezionali.
• Non c’è bisogno di dire che un terapista deve essere una persona sensibile e desiderosa di prendersi cura del prossimo e riesce ad accettare le differenze negli altri.
• Altrettanto importante da ricordare è che un terapista dovrebbe avere una tale consapevolezza di se’ e una stabilità emotiva necessarie per permettergli di entrare in relazione d’aiuto con persone che hanno dei problemi.

Categorie: [FAQ] [Riflessioni]
Tags: [] [] [] [] [] [] [] []

4 commenti:

Geordie ha detto...

Finalmente delle risposte esaustive a una domanda tanto banale ma fondamentale per intraprendere il percorso di musicoterapeuta. Lavoro come educatore e vorrei intraprendere il cammino di musicoterapeuta e anche se posseggo abilità musicali non accademiche (non so leggere uno spartito e non ho mai toccato un piano, ma canto e suono basso e chitarra) credo di aver trovato la motivazione per intraprendere questo cammino.

Grazie e ciao

Paolo Alberto Caneva ha detto...

Ciao Geordie, sono felice di esserti stato utile!
In bocca al lupo per la tua scelta :-)

Marco ha detto...

Ciao io sono un terapista della riabilizione psichiatrica neolaureato e mi interesserebbe diventare musicoterapeuta.
Io so suonare chitarra, batteria e percussioni, ma mi pare di aver capito/visto che invece si usi prevalentemente il pianoforte e la voce. Sapresti dirmi quanto può influire questa mia carenza su pianoforte e voce? E' essenziale avere fatto il conservatorio?(ho visto che molti bandi lo richiedono)
grazie anticipatamente per la risposta!
ciao Marco da Modena

Marco ha detto...

Ciao sono un tecnico della riabilitazione psichiatrica di Modena. Mi piacerebbe intraprendere un percorso per diventare musicoterapeuta, so suonare chitarra, batteria e percussioni, ma ho visto che gli strumenti cardine sono soprattutto pianoforte e voce. Inoltre ho visto che per frequentare molti corsi è richiesto il titolo di conservatorio che io non posseggo...sono requisiti fondamentali? è, intermini pratici, possibile svolgere attività di musicoterapia senza saper suonare pianoforte?
grazie anticipatamente, Marco